Ecco Cosa Può Succedere Se il Tuo Prodotto Finisce in TV o nei Telegiornali!

Postato da Stefano Pepi il 27 Set 2010 - Visto da 7.007 utenti

Ciao, oggi voglio segnalarti un video molto interessante su un caso studio realizzato da Madri.com in cui potrai scoprire che cosa può succedere se il tuo prodotto / infoprodotto venisse segnalato in tv o nei telegiornali.

O perlomeno puoi scoprire che cos’è successo a loro e quali strategie puoi utilizzare per ottimizzare questo tipo di opportunità!

Guarda subito il video qui sotto e lascia un commento!

Se Vuoi Iscriverti Subito al Seo Web Marketing Experencie 2010 che si terrà a Roma il 12 novembre (Dove ci sarò anche io) e a Milano il 19 Novembre CLICCA QUI

Spero come sempre di averti fornito una risorsa utile e interessante.
Se hai vuoi condividere le tue opinioni in merito a questo video scrivi un commento qui sotto.

 

Le persone dopo questo hanno letto anche:

<======= PRODOTTI RACCOMANDATI DI MADRI =======>

=> Seo Web Marketing Experence 2010

=> Madri - Corsi di Web Marketing

=> Madri - Corsi di Business

<======= PRODOTTI RACCOMANDATI DI MADRI =======>

 Articoli Simili:
 Commenti

10 commenti »

  • Adele Falcetta (1 comments) ha detto:
    27 settembre 2010, alle 12:17

    Video molto interessante. Oggi, proprio grazie ad Internet, è più facile essere presi in considerazione dai media per la propria attività (a patto, naturalmente, di distinguersi). Quindi i consigli contenuti nel video possono rivelarsi preziosi.

    [Rispondi]

  • marco (21 comments) ha detto:
    27 settembre 2010, alle 14:31

    grazie ste come sempre sei professionale e non mi invii spam o cose trite e ritrite,cercherò di venire sono occupato a ultimare un servizio guadagno basato su hosting ma come sempre voglio distinguermi offrendo un azienda chiavi in mano a costo 0 ,semino e poi raccoglierò,qst progetto è partito il 3 settembre e l’ho dedicato all’italia,contavo di coinvolgere webmaster,agenzie etc ma sino ad oggi vedo aziende host contattarmi,bho vedremo,dai ci vediamo o qui o su facebook by amico MisterCall360

    [Rispondi]

  • Daniele Guidi (1 comments) ha detto:
    27 settembre 2010, alle 14:45

    Trovo che l’errore principale sia stato soprattutto la scarsa visibilità del marchio.

    Perdonami se ti parlo con franchezza, ma questo credo sia un errore che molti web marketer come te compiono a volta inconsapevolmente, in quanto non rientra nella vostra forma mentis, il concetto di immagine grafica: un grafico come me un errore del genere non lo avrebbe mai commesso.

    Seguo con interesse da un paio d’anni lo sviluppo del web marketing italiano e purtroppo ho potuto constatare come molti dei più famosi e autorevoli rappresentanti di questo settore, diano scarsa importanza all’immagine grafica, anzi spesso la ridicolizzano pensando (a torto) che con il web marketing si possa risolvere qualsiasi problema inerente l’acquisizione di nuova clientela.

    La figura e l’operato di un grafico professionista risultano fondamentali, per dare risalto ad ogni progetto.

    Un logo ben studiato fa la differenza fra un’azienda fai da te e un’azienda più accorta.

    Vedo pagine di vendita piuttosto bruttarelle, senza forza grafica, senza emozione, senza colori: i soliti caratteri messi nel solito modo, la stessa immagine uguale per tutti, niente di creativo e di innovativo.

    Ricordatevi che un logo non soltanto fa la differenza, ma la stessa rappresentazione grafica rende unico e riconoscibile il nostro prodotto.

    Se posso permettermi, (senza offesa) ma quando ho visto il titolo della presentazione del corso scritto con il classico Tahoma, o avuto un sussulto di sgomento… Possibile che non ci sia un modo migliore, più bello, più efficace per presentare il proprio operato?
    Possibile che questi lavori non vengano affidati a grafici professionisti capaci di creare il design giusto per l’evento?

    Questo è solo un mio piccolo pensiero, il risultato di anni di lavoro sul campo a contatto con una miriade di aziende.

    Non me ne volete, vi auguro buon lavoro
    Daniele Guidi

    [Rispondi]

    Stefano Pepi (120 comments) Risposta:

    Ciao Danile mi fa molto piacere il tuo commento anche se devo rivelarti che non sempre avere una pagina graficamente bella aiut a vendere un prodotto e quelli di madri ti assicuro che lo sanno. Certo la grafica ha la sua importante tuttavia può avere anche un aspetto negivo nelle pagine di vendita se non super ottimizzata. Quindi a volte è meglio non metterla affatto… e ti assicuro è funziona molto bene! Il problema è che la grafica può solamente attirare l’attenzione ma è quello che c’è scritto nella pagina di vendita che poi riesce a vendere il prodotto e quindi le persone non devono fermarsi a vedere la gafica ma a leggere quello che c’è scritto nella pagina di vendita e a volte una bella grafica può distogliere l’attenzione inzialmente suscitata e portare l’utente a non leggere la pagina di vendita.

    Quindi con la grafica bisogna andarci cauti e credimi io ne so qualcosa 😉
    Non a caso molti esperti che fanno un sacco di vendite preferiscono non mettere troppa grafica, anzi a volte non la mettono a fatto e un motivo sicuramente cè…. e non è certo perchè non possono permettersela 😉

    [Rispondi]

  • Ermes (2 comments) ha detto:
    29 settembre 2010, alle 03:53

    Ciao Stefano,

    grazie per aver postato questo video di Madri che come al solito e’ pieno di informazioni utilissime da annotarsi per bene e da riadattare ed utilizzare nel proprio business (e in quelo dei clienti 🙂 )

    Per quanto riguarda la funzione della grafica in una pagina di vendita… neanche a dirlo… sono completamente daccordo con te 🙂

    Ovviamente sono “di parte” (occupandomi di Direct Response Marketing 🙂 ), ma l’unica cosa che conta alla fine per una attivita’ sono i risultati,i profitti, cioe’ i soldi “che metti in tasca” : ed e’ stato testato che il testo della lettera di vendita e’ il fattore essenziale su cui andare a lavorare, in termini di persuasione e di comunicazione efficace.

    Non che la grafica non serva a nulla…
    Non deve essere “scadente-amatoriale”, assolutamente.

    Anche le immagini, oltre al design in generale, contribuiscono all’ estetica della pagina.

    All’estetica… appunto.

    Non all’efficacia: ho testato sulla mia pelle che una pagina “esteticamente gradevole e perfetta” non e’ sufficiente a convertire bene e non e’ l’aspetto principale su cui lavorare su una pagina di vendita.

    La grafica puo’ sicuramente servire a far risaltare alcuni punti importanti, che vuoi mettere in evidenza in una lettera (o in un sito web… e’ la stessa cosa).

    E piu’ semplice e’, meglio e’ (e ti parlo per esperienza diretta 🙂 )

    Per quanto riguarda i testi scritti in Tahoma di cui parla Daniele, c’e’ un motivo per cui viene utilizzato quel tipo di carattere: perche’ dopo aver messo in split-test diverse pagine con lo stesso identico testo, cambiando solo il carattere, e’ risultato che quel tipo di carattere “converte” di piu’.

    In poche parole e’ uno degli aspetti di una lettera (soprattutto se messo nella headline, cioe’ nel “titolone” iniziale) che fa vendere di piu’.

    Probabilmente perche’ e’ un carattere piu’ leggibile rispetto ad altri, molto semplice ed essenziale: il lettore inizia a leggere la headline, viene catturata la sua attenzione e il suo interesse (se la headline e’ fatta bene 🙂 ) e continua poi nella lettura di tutto il resto del testo.

    Insieme al Tahoma, in genere i tipi di caratteri che si utilizzano di piu’ sono anche il Verdana, l’Arial e il Trebouchet.

    Comunque, quello che conta alla fine sono i risultati in termini di profitto: bisogna utilizzare cio’ che funziona e non cio’ che “ci piace” 🙂

    Ciao ciao
    Ermes

    P.S.: Stefano… allora ci vediamo a Roma il 12 Novembre! Ci saro’ anche io 🙂

    [Rispondi]

    Stefano Pepi (120 comments) Risposta:

    Ciao Ermes ! Più che un commento quello che hai lasciato tu la rivelazione di una parte molto importante di copywriter su come scrivere una lettera di lead generation o di vendita! Concordo pienamento con quello che dici, soprattutto sul fatto che bisogna utilizzare non le cose che piacciono ma le cose che funzionano 😉 .

    Non sapevo che anche tu venissi a roma al Seo Web Marketing Extream, sarà un ottima occasione per conoscerci di persona.. finalmente 🙂

    [Rispondi]

  • Ermes (2 comments) ha detto:
    29 settembre 2010, alle 18:27

    Ciao Stefano,
    si’, in effetti quando parlo di queste cose… mi faccio prendere molto la mano! 🙂

    Ci vediamo a Roma!

    [Rispondi]

  • marco (21 comments) ha detto:
    30 settembre 2010, alle 03:46

    heila oggi stefano e ermes in un colpo solo,da ermes la grafica come la troppa pubblicità non sono gradite,ricordo quando in una conversazione al cell mi disse tu hai troppi servizi e il tuo sito è tanta pubblicità,sai ermes circa 2 mesi fà ho preso un premio da ubiee e i miei anyshop estero sono top uk top usa e top ch certo la grafica è impatto ma x conquistare zio google devi avere contenuti molto ricchi lo spider lo ama,ora è un pò che non ci sentiamo e io ho fatto passi da gigante,ho puntato molto sulla pubblicità,hosting e ppc colorati 1 al giorno gratis che vanno a ruba,logico dietro ogni progetto ci deve essere un guadagno altrimenti è un guaio ma qst italia ha bisogno di servizi e prodotti americani e io ce li porto volentieri anche se non è pronta x qst salto,qui ancora si parla di crisi ma x quello che non interessa xchè x il resto la gente spende,un esempio se vuoi iphone 4g devi attendere sono vuoti i magazzini oltre 3 milioni di pezzi i 2 giorni venduti,oggi la gente vuole avvicinarsi alle pac ma non ne hanno compreso il funzionamento e come sempre ci sono quelli che offrono pac con risultati garantiti come ppc eh no ogni azienda ha un team vendite quindi se sei un agente leader 1 a 5 chiudi una vendita io ho sempre sfattata qst regola tu offri pac poi ti chiamano e ti dicono su 100 nominativi ho chiuso 6 vendite,io ora ho aggiunto pac con chiusura vendite io sono nato agente di commercio e l’ho sempre amato come attività,non sò se riesco a venire a roma io punto all’estero se ci sono sarò lieto di vedere te e stefano sempre che in quella bolgia ci si trovi,pensavo di vederti da robbinson io ho preso l’occasione di un mio vecchio collaboratore che era nel management cosi sono andato,quell’uomo è un grande e io la prima volta lo vidi all’estero,ora forse viene in italia chris farrel e e frank salinas 2 guru americani che io conosco xchè sembra che vogliano da qui lanciare un mlm basato sui loro insegnamenti,STOP io ho mollato il network marketing nascono,muioino e ci resti male,poi i big ci sono ancora ma non è più niente come era prima,bho ragazzi torno a lavorare pausa finita eheh ciao alla prox postata stefano e ermes un saluto a tutti by MisterCall360

    [Rispondi]

  • marco (21 comments) ha detto:
    30 settembre 2010, alle 04:27

    STEFANO SCUSA NON HO LASCIATO COMMENTO VIDEO,che dirti sai è brutto dirlo ma noi che crediamo e frequentiamo qst corsi siamo visti un pò come degli esaltati,ecco tornare un italia non pronta,ho dato la tua url ai manager di ssi star serviceche loro fanno futus,motivazione etc bisogna pescare nel laghetto delle trote x le trote e lo inserirò nel nuovo social marketing che ho creato che x lo più è traffico dall’estero,persone interessate a seo,marketing,marketer etc sperando che spinga,fra l’altro poi guardo in area se lo hai messo in affiliazione cosi 2 piccioni con una fava,la tv oggi risultati ne fà meno di google e te lo dico xchè io avendo 3 canali su sky pubblicità vedo i parametri sballati,fare su tg5 manco a parlarne cifre astrali x secondi di spot,anche adword cmq stà facendo le bizze io ottengo di più dal mio metodo e anche da zic zac ottimo portale che lo interfacci sui muri dei social e tu come me hai face,twitter etc vediamo tanto x cambiare la presentatrice ha detto robbins come fosse nessuno eh va beh,dai alla prox scusami ero preso da una cosa e sono uscito dal contesto…by ste e a tutti MisterCall360

    [Rispondi]

  • Tiziano Panetta (1 comments) ha detto:
    25 luglio 2011, alle 18:40

    Internet è uno strumento potentissimo, ma anche la TV resta un ottimo strumento da utilizzare per incrementare le visite. Ottimo Video.

    Saluti

    Tiziano.

    [Rispondi]

Lascia un commento!

;