Ecco come puoi utilizzare AdWords dopo che il tuo account è stato sospeso

Postato da Stefano Pepi il 13 Feb 2011 - Visto da 6.145 utenti

Ciao, recentemente ho affrontato l’argomento Adwords, per la precisione ho affrontato l’argomento che in questo periodo sta facendo infuriare decine di inserzionisti a causa della chiusura dei propri account adwords.

Per non cadere in questo problema ho realizzato un vero e proprio report informativo in cui ho spiegato dettagliatamente come evitare la sospensione del tuo account  AdWords,  visto che con il nuovo regolamento introdotto da Agosto 2010 questo oggi è possibile.

Oggi però, a seguito di molte email che ho ricevuto, voglio dare qualche informazione su come si può continuare ad utilizzare Google AdWords dopo che il tuo Account è stato sospeso.

In teoria Adwords dopo che ha sospeso ovvero chiuso il tuo account,  ti avvisa abbastanza fortemente che non potrai più utilizzare adwords e creare delle campagne. E questo lo fa attraverso il seguente messaggio: i suoi annunci non verranno più pubblicati su Google AdWords e verranno sospesi anche eventuali account AdWords da lei aperti in futuro con annunci uguali o simili.

Ma in realtà c’è qualche scappatoia. Si perché volendo tu potrai sempre riuscire ad utilizzare adwords anche se un tuo account è stato chiuso.

E questo lo puoi fare aprendo un nuovo account seguendo alcuni accorgimenti:

  1. L’account che andrai a creare deve avere dei dati personali diversi da quelli che avevi nel precedente account (ad esempio puoi creare un account con i dati di tua mamma, papa, nonno, ecc..)
     
  2. E’ preferibile che crei e gestisci il tuo nuovo account attraverso un altro computer e non tramite il quale avevi attivato il precedente. In questo caso l’indirizzo IP sarà differente e non potranno risalire a te.
     
  3. Cerca di eliminare qualsiasi software che sia di proprietà di Google dal tuo computer (browser internet, toolbar, google heart, ecc..) altrimenti potrebbero risalire a te in qualche modo.
     
  4. Inserisci i dati di una carta di credito o anche una semplice poste pay di proprietà di un’altra persona. Ad esempio potresti far attivare una postepay alla tua mamma e utilizzarla per questo nuovo account adwords.
     
  5. Non utilizzare il software “AdWords Editor” per ricreare le vecchie campagne nel nuovo account. Attraverso le impostazioni e la composizione delle campagne potrebbero risalire alla tua identità e al tuo account sospeso. Quindi crea sempre campagne da zero attraverso il sito di AdWords e magari apportando alcune modifiche a quelle che avevi creato prima.
     
  6. Utilizza dei nuovi domini per le tue nuove campagne di adwords. Questa è forse la cosa più spiacevole che devi fare (anche se nei miei test in alcuni casi non è stato necessario), e cioè da quando  ti è stato sospeso l’account la maggior parte dei siti a cui facevi pubblicità e che sono stati “incriminati” sono stati messi in una specie di lista nera. Quindi se cerchi di riattivare le stesse campagne sugli stessi domini verrai bloccato di nuovo. Quindi se prima avevi un sito es. http://www.venditascarpe.com e il sito è stato incriminato, adesso devi registrare un nuovo sito es. http://www.vendita-di-scarpe.com e utilizzare questo nuovo “vergine” nelle tue campagne su AdWords. Altrimenti le tue campagne non verranno attivate e il tuo account potrebbe essere chiuso di nuovo.
     
  7. Cerca di modificare accuratamente le pagine di destinazione seguendo nel dettaglio il regolamento, come ho spiegato nel report.   E’ ovvio, che  se cercherai di promuovere sempre le stesse pagine di atterraggio che già in precedenza hanno portato alla sospensione del tuo account adwords,  anche con il nuovo account andrai in contro alla sospensione. Quindi prima di rimettere online una campagna assicurati di aver apportato le adeguate modifiche alle tue pagine di atterraggio.
     

Bene, spero che con queste strategie tu possa riuscire nel caso ti avessero sospeso l’account adwords a tornare in pista e a fare di nuovo business online.
Se seguirai queste strategie ti assicuro che avrai buone probabilità di fare di nuovo pubblicità su adwords tuttavia, la cosa che più ti consiglio di fare è differenziare le tue fonti di traffico e non focalizzarti solo sul  traffico che puoi ottenere da adwords.

Se vuoi scoprire e utilizzare altre strategie di traffico questo è quello che ti consiglio => Progetto Traffico

Spero come sempre di averti fornito un informazione utile e interessante.
Se vuoi commentare questo articolo o esprimere le tue opinioni lascia pure un messaggio qui sotto
Buon business

 Articoli Simili:
 Commenti

8 commenti »

  • valerio (8 comments) ha detto:
    14 febbraio 2011, alle 17:27

    Col tuo permesso linkerò questo articolo direttamente in una delle sequenze della mia lista, perchè penso risponda a domande cruciali che
    tutti sti stanno facendo in questo periodo

    OTTIMO LAVORO STEFANO

    a presto!

    Valerio

    [Rispondi]

    Stefano Pepi (120 comments) Risposta:

    Ciao Valerio e grazie. Si hai perfattamente ragione. Dopo la pubblicazione del mio report su come evitare la chiusura del proprio account ho ricevuto una valanga ti email di persone che mi chiedevano come riattivare un account su adwords, e quindi ho deciso di pubblicare questa soluzione che anche se non infallibile può funzionare 😉

    [Rispondi]

    claudio (4 comments) Risposta:

    grazie stefano , il tuo post e stato veramente di grosso aiuto , non sapevo effettuassero controlli cosi rigidi , che grandi pezzi di m…. sono , eppure sono li grazie agli inserzionisti , che ora buttano fuori a pedate in faccia!!!

    OTTIMO LAVORO CHE DIRE , SONO VICINO A TUTTI QUELLI BANNATI COME ME

    [Rispondi]

  • Gianfranco (2 comments) ha detto:
    14 febbraio 2011, alle 21:27

    Ciao Stefano,e grazie per i tuoi consigli,certo google non si regola più, spero che bing fra qualche anno lo superi, e che gli untenti lo preferiscano come motore di ricerca.

    [Rispondi]

  • Giuseppe (9 comments) ha detto:
    14 febbraio 2011, alle 21:49

    Ciao Stefano,grazie di aver pubblicato questa info.Io purtroppo ho un solo pc,quello di casa ma….domanda:per non far risultare l’ip,non si puo usare un programma che lo nasconde?mi sembra che esistano 😉
    un abbraccio

    [Rispondi]

    Stefano Pepi (120 comments) Risposta:

    Ciao Giuseppe, si se non puoi effettuare l’accesso da un altro pc (che è la cosa migliore che consiglio perchè risulterai molto più anonimo) puoi utilizzare un programma per cambiare l’indirizzo IP del tuo computer. Per fare questo esistono alcuni software Free ma sono inaffidabili e poco sicuri, mentre se lo vuoi fare seriamente devi acquistare dei software a pagamento che possono costare dai 50€ ai 150€ all’anno. Quello che ti consiglio è HideMyAss .

    [Rispondi]

  • Alessio (2 comments) ha detto:
    15 febbraio 2011, alle 14:24

    Ciao Stefano,
    Con HideMyAss posso visualizzare google e gli altri motori di ricerca come lo visualizzerebbe , ad esempio, un americano che vive a NewYork?
    Perchè ho sempre avuto difficoltà nel usare ClickBank proprio perchè non riesco a rendermi conto la vera concorrenza che c’è in un mercato.

    Grazie e ottimo lavoro 🙂

    [Rispondi]

    Stefano Pepi (120 comments) Risposta:

    Ciao Alessio, si certamente. Con HideMyAss puoi selezionare dei server americani e in questo modo il tuo pc è come se fosse fisicamente in america quindi quello che vedi è quello che vedono anche gli americani che sonon fisicamente sul posto. In più HideMyAss è un software veramente potente e facile da utilizzare.
    Io lo utilizzo da diverso tempo e mi trovo veramente bene

    [Rispondi]

Lascia un commento!

;